Intervista a Podrick Payne



Peter Dinklage è tornato nel suo ruolo di Tyrion nella seconda stagione “Game of Thrones”, che gli ha fatto vincere un Emmy e un Golden Globe. Avrà un nuovo alleato alla corte, nel suo viaggio ad Approdo del Re che inizia il 1 aprile sulla HBO. Si tratta di Scotsman Daniel Portman, nei panni Podrick Payne.

Uno dei volti più freschi nel cast di questa stagione, l’attore di 19 anni cresciuto a Glaskow è gettato nel cuore del dramma di Approdo del Re, interpretando l’osservatore silenzioso Pod, lo scudiero insicuro e giovane del nuovo Primo Cavaliere del Re.

Daniel aveva solo un credito importante (The Angels Share” del regista britannico) quando gli è stato offerto il ruolo del timido e tenero Pod, che segue e assiste il nuovo giocatore politico Tyrion.

Uno sportivo talentuoso nel corso della sua prima adolescenza, che ha mantenuto la sua forma fisica personale nel corso di intense sessioni di allenamento, Daniel ha messo da parte i suoi addominali e le sue abitudini di palestra per interpretare il giovane e molto meno scolpito scudiero Pod.

Ma ridurre il sollevamento pesi e la palestra è stata la parte facile. Quando Daniel si è reso conto di qualcosa che gli amanti dei libri sanno già – il fatto che le interazioni di Podrick avvengono principalmente con Tyrion – e che avrebbe permesso a una star in ascesa di misurarsi con un veterano, Daniel ha detto a AccessHollywood.com che ciò gli ha provocato più nervosismo.

Mentre continuiamo il nostro conto alla rovescia per la seconda stagione di “Game of Thrones”, AccessHollywood.com si è messo in contatto telefonico transatlantico con Daniel per scoprire come le cose si sono rivelate quando finalmente ha incontrato la sua co-star. Per prima cosa, tuttavia, Daniel spiega semplicemente chi è Podrick.

AccessHollywood.com: Quindi chi è questo giovane Podrick quando lo troviamo nella Stagione 2? Qual’è la sua storia?

Daniel Portman: Pod proviene da una specie di branca molto modesta della Casa Payne. E’ un lontano cugino del boia Ser Ilyn Payne, ed è stato in un certo senso passato da cavaliere a cavaliere. Penso che nei libri sia visto quasi come uno scherzo il fatto che Tyrion sia capitato con questo scudiero apparentemente inutile.

Access: Come compari nel dramma quando inizia la stagione? Segui Tyrion e poi sono in arrivo cose più grandi?

Daniel: Sì, ad essere sincero, è introdotto un po’ come se fosse lì, ma non fosse importante che si trovasse lì, solo un altro scudiero… un altro aiuto o servizio che si ritrova entro la fine della stagione, diventando lo scudiero personale di Tyrion. Penso che questo sia tutto ciò che posso rivelare.

Access: Ma ci sono cose più grandi in arrivo quando il dramma si surriscalda, vero?

Daniel: Sì. Pod non è esattamente ciò che sembra. Sì, giocherà un ruolo abbastanza importante verso la fine della serie.

Access: Parliamo dell’incontro con Dinklage l’anno scorso. Lo hai incontrato prima o dopo la vittoria agli Emmy?

Daniel: L’ho incontrato prima brevemente, per filmare una scena in cui non avevo molto da fare, e non abbiamo avuto occasione di parlare. E’ stato molto frettoloso. Era una scena lunga, quindi la gente era interessata a proseguire… Sono tornato in Irlanda per circa un mese per il mio secondo periodo di ripresa… La maggioranza del mio materiale è con Peter, abbiamo finito per chiacchierare e per andare d’accordo come una casa in fiamme. Entro la fine, eravamo davvero buoni amici, davvero buoni compagni. Abbiamo riso insieme sul set, e penso che questo trasparirà sullo schermo per noi. Mentre la serie proseguiva, siamo diventati, credo, più a nostro agio insieme, e c’è un po’ di realismo nel modo in cui si è sviluppato il nostro rapporto perché siamo diventati amici migliori con il proseguire della serie… Io ero terrorizzato di incontrarlo. Ero assolutamente scioccato perché credo che sia un attore fantastico e avevo un rispetto enorme per lui. E’ così coi piedi per terra e rilassato.

Access: Hai visto la sua apparizione in ‘30 Rock’?

Daniel: Non l’ho visto. L’ho visto nel film [del 2003e acclamato dalla critica] ‘The Station Agent’ anni fa e sono stato semplicemente incantato. Ho pensato che fosse eccellente e quando ho sentito che ero in ballo per una serie TV in cui era coinvolto, ero molto, molto eccitato. E il fatto che abbiamo lavorato insieme è stato assolutamente grandioso perché così puoi imparare molto. Come attore giovane, ho imparato molto dal guardare lui.

Access: Hai dovuto fare allenamento per interpretare Pod?

Daniel: No… Ho letto la sceneggiatura del personaggio e… siamo abbastanza diversi nella personalità. Lui è molto nervoso e molto timido e non è per niente sicuro di sé. E io sono completamente l’opposto… Ho deciso, per farlo apparire un po’ meglio, di smettere di allenarmi per un po’, ho ridotto un po’ la massa muscolare e ho deciso di metter su un pochino di peso per assumere un aspetto un po’ più tenero.

Access: Ossuto?

Daniel: Non ossuto… Volevo far sì che apparisse un po’ fuori posto quando indossa i suoi vestiti e la gente in qualche modo lo guarda in modo strano. Questo è il motivo per cui l’ho fatto. Non sembrerebbe molto autentico se questo timido e gravemente nervoso ragazzo si presentasse con gli addominali scolpiti ed esplodesse fuori dai suoi vestiti. Ho pensato che probabilmente sarebbe stato meglio tagliare il mio regime e lasciarmi andare un po’ per sembrare… più convincente.

Access: Nei libri, Pod ha circa 12 anni. Il personaggio di Emilia Clarke, Daenerys, ne ha 14 o 15, ma hanno alzato l’età a chiunque nello show. Hai capito quanti anni ha il tuo personaggio?

Daniel: Io guardo a Pod come se avesse 16 anni…Ci sono bambini lì in giro che sono cresciuti più in fretta di lui e lui in qualche modo è rimasto indietro… Il modo in cui ho visto ciò è quello di mantenere la debolezza e l’inadeguatezza. Ho pensato che sarebbe stato carino se fosse stato in un certo senso una via di mezzo tra un adolescente e un giovane uomo adulto. Quel genere di fase goffa in cui si ritrovano molti ragazzi, e non sono a proprio agio con il loro corpo. Sono davvero imbranati, e pensano per tutto il tempo di avere un aspetto terribile.

Access: Tu hai letto per altri ruoli di ‘GOT’ prima di approdare a questo. Guardando indietro, ha funzionato per il meglio – tu sei arrivato a lavorare in scene con principalmente una persona?

Daniel: Per me, ha sicuramente funzionato per il meglio, perché ho… davvero iniziato solo pochi anni fa. Non ho esperienza in questo e il fatto che, sai, Pod non è un personaggio principale in termini di dialogo. Non dice molto a causa del suo nervosismo, ma avere l’opportunità di interpretarlo con il mio viso e con quello che faccio… hai ragione, di solito sono cose di piccola scala, di solito lavoro con Peter o con Peter e Jerome [Flynn, che interpreta Bronn]. Ha funzionato per il meglio.

Access: Quando hai letto dei libri di George R. R. Martin?

Daniel: Ho guardato la prima serie e poi ho letto i primi due libri prima di essere coinvolto, proprio perché ho pensato che fosse bella e volevo leggere un po’. Ora che ci sono dentro, ho letto fino al terzo libro e non intendo proseguire oltre al momento. Non voglio davvero andare avanti e fare decisioni attoriali e cose simili

Access: I fans di ‘GOT’ sono una community devota. Quando la gente ha scoperto che tu sei stato scelto, la tua vita è cambiata?

Daniel: Sì, è strano. Sono un punto di conversazione per i miei amici. Parleranno con gente che ha letto i libri e li porteranno nel pub o in pubblico… perché è una delle serie più calde del pianeta. Tutti ne vanno pazzi. Stanno impazzendo al pensiero ed è proprio abbastanza surreale. Anche i fan site, sai, Winter Is Coming, e Westeros, e cose del genere, continuano a fare aggiornamenti con il cast e avevano su la foto quando sono stato scelto. Sono stato riconosciuto alcune volte quando ero a Glasgow da dei veri fans accaniti dei libri. Si sono presentati e hanno chiesto se fossi il ragazzo che è stato scelto per interpretare Podrick Payne, quindi è stato fantastico. Molto surreale, molto surreale.

fonte:
www.labarriera.net 

Valentina

Valentina

Lettrice incallita, serial-dipendente e disordinata cronica!
La passione per la saga "Le cronache del ghiaccio e del fuoco" e l'hobby per i social media mi hanno portato a realizzare col tempo questa grande community! Grazie a tutti dei vostri commenti e continuate a seguire "Game of thrones - Italian fans" 😀
Valentina