Crea sito

WILD CARDS dal 15 luglio in eBook



Info ghiotte dalla Redazione Oscar Mondadori: dal 15 luglio i primi tre volumi di “WILD CARDS” del buon (?!) vecchio George Raymond Richard Martin saranno anche in eBook.

wild-cards

Qualche info in merito ai romanzi:

Wild Cards è un serie di romanzi di fantascienza e supereroi ambientato in un universo condiviso. La serie venne creata da un gruppo di scrittori di fantascienza del Nuovo Messico, guidata e curata da George R. R. Martin con l’assistenza di Melinda Snodgrass, entrambi anche contributori della serie.

Mentre la maggior parte dei libri della serie siano antologie di storie brevi, queste sono generalmente su un tema o evento centrale. Diversi archi narrativi si sviluppano inoltre nel corso dei libri. Alcuni dei volumi usano il formato di romanzo a mosaico, nel quale diverse storie scritte da scrittori diversi vengono composte insieme a formare un romanzo unico. I rimanenti volumi della serie sono romanzi scritti da un singolo autore.

Wild Cards è stato ispirato dai fumetti di supereroi e molti degli autori giocano con le convenzioni di questo medium, alcuni protagonisti sono basati su personaggi reali dei fumetti (per esempio Jetboy è modellato sul personaggio di Airboy della Hillman Periodicals). Molti degli autori originali sono stati inoltre ispirati da una lunga campagna di gioco di ruolo condotta da George R. R. Martin e modellata sui personaggi giocanti da loro interpretati.

I contributori alla serie includono Roger ZelaznyLewis ShinerWalter Jon WilliamsPat CadiganHoward Waldrop, Leanne C. Harper, Chris ClaremontVictor MilánJohn J. Millere Martin stesso.

Ambientazione:

La serie è ambientata in una ucronia, poco dopo la seconda guerra mondiale. Nel 1946 un virus alieno che riscrive il DNA viene rilasciato nei cieli sopra New York. Il 90% delle persone che vengono in contatto con esso vengono uccise ognuno da una mutazione diversa (definito come “estrarre la Regina Nera“). Comunque il 9% viene deformato (detto “estrarre il Joker“), mentre il rimanente 1% ottiene poteri superumani (“estrarre l’Ace”, “asso”). Persone che ottengono superpoteri inutili o ridicoli (come poter far crescere i peli corporei o cambiare il colore della pelle) vengono normalmente definiti deuce. Il virus portato dalle correnti d’aria si sparse in tutto il mondo influenzando decine di migliaia di persone.

Pur essendo un’ambientazione supereroistica fin dall’inizio gli autori hanno deciso di avere un approccio realistico alla narrazione. Pochi degli assi hanno identità segrete o sono supereroi che combattono il crimine nello stile dell’Uomo Ragno o di Batman. L’universo di Wild Cards rimane ambientato in un mondo simile a quello reale, con personaggi storici reali e nel corso dello sviluppo della storia diversi personaggi invecchiano. La maggior parte delle vittime del virus vive nel ghetto di Jokertown in New York, mente i fortunati assi diventano celebrità. Inoltre i romanzi hanno un approccio alla violenza e in particolare al sesso più esplicito di quanto non sia tipico delle storie supereroistiche.

Un’altra caratteristica della serie è l’uso di persone reali, come Buddy HollyGrace Kelly e Richard Nixon. Pur rimanendo simile alla storia della Terra la storia viene alterata in diverse maniere, per esempio Fidel Castro rimane a New York a giocare a baseball e i rivoluzionari comunisti non si impossessano di Cuba. Nel 1986 Castro è l’allenatore dei Brooklyn Dodgers, che non si sono trasferiti a Los Angeles e continuano a giocare nello stadio di Ebbets Field. Perciò è Los Angeles, non New York a ottenere una squadra aggiuntiva chiamata Stars dopo che i Giants si trasferiscono in Minnesota, invece che a San Francisco. Nell’universo di Wild Cards i Dodgers sono l’equivalente dei New York Mets, con la loro storia successiva agli anni cinquanta che coincide con quella dei Mets, inclusa la vittoria nella World Series del 1969 sui Baltimore Orioles. I Los Angeles Stars sono gli equivalenti dei Dodgers reali.

Altre divergenze degne di nota: Mick Jagger è un asso con il potere della licantropia. Frank Zappa ha un figlio, Frank Zappa, Jr., che diventa generale dell’U.S. Army e infine vicepresidente degli Stati Uniti. Buddy Holly non muore in un incidente aereo, ma invece finisce ad eseguire cover di Prince e Billy Idol in sudici locali, fino a che non scopre i suoi poteri durante un concerto di ritorno. Il Comitato per le attività antiamericane dà la caccia agli assi piuttosto che a lavoratori del mondo dello spettacolo. Thomas Marion Douglas (un analogo di Jim Morrison) è l’asso chiamto Lizard King e muore non a causa di un’overdose in Francia, ma piuttosto per l’effetto cumulativo dell’abuso di droghe, dopo che essersi fatto curare dal virus, perdendo però i suoi poteri di asso che lo rendevano immuni dall’effetto delle droghe. Il tentativo fallito di salvare gli ostaggi iraniani durante l’amministrazione di Jimmy Carter viene fatto da una squadra di assi, piuttosto che da un gruppo dell’esercito statunitense (e più tardi viene dimostrata come una cospirazione per impedire la rielezione di Carter a causa della sua posizione a favore degli infetti del virus). Il presidente George H. W. Bush viene rieletto promettendo “no new exotics (un termine politicamente corretto per i portatori del virus) laws” piuttosto che “no new taxes“, ma si rimangia comunque la sua parola.

La serie presenta un cast di personaggi vasto e sempre cambiante. Un personaggio minore in una storia può diventare uno dei personaggi principali in un’altra storia o viceversa.

La trama mi incuriosisce, soprattutto perché viene fuori da un gioco di ruolo!

Valentina

Valentina

Lettrice incallita, serial-dipendente e disordinata cronica!
La passione per la saga "Le cronache del ghiaccio e del fuoco" e l'hobby per i social media mi hanno portato a realizzare col tempo questa grande community! Grazie a tutti dei vostri commenti e continuate a seguire "Game of thrones - Italian fans" 😀
Valentina