Crea sito

Intervista a Ron Donachie: Rodrik Cassel



Quella che segue è l’intervista realizzata da WiC e tradotta da Erin Soi Riddle per tutti i fan italiani di “Game of thrones“!

 

WiC: <<Ancora una volta siamo qui con altri adorabili (e sanguinari!) contenuti del TitanCon!

Ho avuto il piacere di incontrare finalmente Ron Donachie, l’uomo fedele dietro Sir Rodrik Cassel. L’intervista che segue, tuttavia, gratta a malapena la superficie di quest’uomo. (Leggete sotto!)

Ron può tranquillamente essere considerato uno dei “più anziani” all’interno di questo gruppo di attori di Game of Thrones ed è stato, per fortuna, una presenza calmante (e la voce della ragione) durante la conferenza sulla caduta della casa Stark. Ben vestito, ma casual, Ron si è prestato felicemente per un’intervista, e, con il suo sorriso facile e modi paterni, mette immediatamente a proprio agio qualsiasi intervistatore. (Ero più nervoso ad intervistare il tranquillo Thomas Brodie-Sangster, che ci crediate o no!)

Devo avvisarvi per tempo, l’audio è un po’ problematico. Eravamo schiacciati in una piccola “stanza verde”, insieme agli altri ospiti e alle loro famiglie, perciò dire che fosse uno scenario affollato è riduttivo. L’addetta alla telecamera ha fatto del suo meglio per far entrare videocamera e microfono il più vicino possibile così da poter catturare (relativamente) le nostre voci sopra al casino, ma…

Beh, è stata comunque un’intervista divertente. Le mie scuse in anticipo se qualcuna delle parole viene soffocata nel chiacchiericcio.

  • FaB: Qui è Fabio di Winteriscoming.net, sono qui con il fantastico Ron “Donak”-“Donakie”?”?

Ron: Donaghie.

  • Donagee.

Donaghie da questo lato dell’Atlantico, e…

  • Donak-hey. Vedete “chee” da qualche altra parte?

Negli Sates molte persone dicono Don-AT-chie.

  • DonATchie?

Sì, sì.

  • DonATchie.

Sì, l’ho sentito per anni.

  • NEW YORK! EY, DONATCHIE!

New York, yeah, “Mistah Donatchie ya car’s waiting for ya.” (“la sua auto la sta aspettando”, qui l’intervistatore e Donachie scherzano sull’accento Newyorkese, ndt)

  • *risata* fantastico, fantastico.

Sì, è fico. La prima volta che andai negli States… no, non la prima volta, la prima volta che andai a Los Angeles, mi ero accordato con un autista Italiano per incontrarci all’aeroporto ed è stato “Mistah Donatchie, da questa parte per favore”, ed è fico, va bene.

  • Il tuo nome si traduce, i nomi si traducono.

Va bene così.

  • Bene, perfetto. Tu, al contrario di molti attori di Game Of Thrones, alcuni appena all’inizio della propria carriera, hai avuto una carriera spettacolare finora. Eri in Titanic…

C’ero, sì.

  • È stato un ruolo molto elogiato, voglio dire… quando abbiamo scoperto che eri stato scelto per Sir Rodrik abbiamo pensato “OK, che cos’ha fatto, che cos’ha fatto?

*risata*

  • E dal mucchio, spunta Titanic e abbiamo pensato “oh, questo è fantastico, sarà grandioso”, ed ovviamente lo sei stato.

Molte grazie.

Fevre Dream - Il battello del delirio

Fevre Dream – Il battello del delirio

  • Sì. Ma ho sentito una cosa interessante, qualcuno ha detto che tu hai veramente letto i libri di George R.R. Martin, prima di essere scritturato.

Beh, quello che è successo è stato che, io non avevo letto “Le cronache del Ghiaccio e del Fuoco”, ma quando la parte era in discussione, sono andato a cercarlo, sono arrivato alla libreria e non avevano nessuno dei libri, però avevano Fevre Dream (“Il battello del delirio” in Italia, ndt), e Fevre Dream è stato il libro che ho letto quando è stato pubblicato nel 1981, perciò si presagiva bene, perché ricordo molto bene che era un buon libro.

  • Un libro di vampiri!

Sì, esatto, è un gran bel libro, perciò ne ho pensato fosse OK, alla fine mi sono procurato “A Game of Thrones” ed ho iniziato a leggerlo e avevo intenzione di leggere solo il primo libro per prepararmi all’audizione, ma era così bello, il primo, che prima che arrivasse il momento di presentarmi all’audizione avevo letto tutto ciò che era stato pubblicato fino ad allora, voglio dire, mi sono semplicemente seduto a leggere e, a quel tempo, “A Feast for Crows” era l’ultimo libro uscito ed io ho letto direttamente fin lì.

  • Direttamente fin lì.

Sì, sì.

  • Sì, e lo adori.

Lo adoro, sì. Voglio dire, è fantastico guardarlo.

  • Grandioso, so che ha elettrizzato anche molti fans, per me è qualcosa di discutibile perchè molte persone pensano “dovrebbero leggere libri” ma io…be, devi spiegare che gli attori hanno metodi diversi, non vogliono sapere che cosa succederà mentre alcuni vogliono essere informati, sono due metodi completamente diversi.

Già.

  • Mi ricordo, credo fosse durante le riprese dell’episodio pilota, che George fece un evento in cui autografava i libri. E hanno fatto entrare molti attori nello stesso momento, e c’eri anche tu insieme a quasi tutti volti nuovi, persone che a malapena erano salite su un palcoscenico…dimmi, a cosa pensi quando, praticamente, sei il membro più anziano e vedi tutti questi ragazzini andarsene in giro, ricevendo tutta quest’attenzione un po’ strana. Intendo dire, a quel punto eri una presenza confortante o altro?

Credo di esserlo stato, forse, voglio dire, quando entri a far parte di qualcosa come attore anziano e ci sono dei ragazzini coinvolti, sei in balia del fato, lo sei con chiunque, ma in particolare con i ragazzini, devi esserlo. E siamo stati molto fortunati con questa serie, perché i ragazzi sono fantastici.

  • Sì, lo sono.

Ed è emerso praticamente subito, potevi dire quanto talento avessero e quanto sarebbe stato bello lavorarci insieme, quindi il giorno degli autografi in libreria a Belfast, dove l’abbiamo fatto, abbiamo firmato libri nel piccolo negozio nel pomeriggio e poi George ha fatto una dibattito quella sera.

  • Dibattito!

Il dibattito di George in un pub locale, che è stato molto fico anch’esso. Ma sì, uno inizia, sai, quando cominci a lavorare con delle persone e sei abbastanza vecchio da poter essere il loro nonno e all’improvviso ti accorgi che “Uhm, faccio questo lavoro da tanto

  • “Faccio questo lavoro da molto tempo”

Tantissimo! I ragazzi sono stati fantastici, e ovviamente, siccome lavoravo con la famiglia degli Stark ho avuto molto a che fare con i bambini e sono stati meravigliosi.

  • E li vedi anche crescere, è pazzesco!

Oh! Sì, beh, io li vedo solo una volta l’anno sai, torni e persone che erano bambini molto piccolo, ragazzini giovani, sai, adesso ti guardano negli occhi e sono maturati come persone, maturati come attori, e sono ancora bravi ragazzi e brave persone con cui stare. Andremo a cena, credo, dopo la convention, andremo tutti a farci una bella mangiata.

  • Oh fantastico. OK, ultima domanda. Se tu potessi interpretare un qualsiasi personaggio in una serie in una serie in corso, per esempio stai guardando la tv o un film, guardi certe serie o film come Star Wars, se potessi sceglierne una e dire “Sai una cosa? Mi piacerebbe davvero farne parte” cosa sceglieresti?

OK, buona domanda, uhm, serie in corso, cioè, mi piacerebbe essere in cose come Band of Brothers, penso che sia ottimo materiale, penso che mi sarebbe piaciuto partecipare, credo che ci siano dei pezzi recitati in maniera brillanti, qualcuno dei tizi non celebri, quelli che interpretano i sergenti, che sono più sullo sfondo che in primo piano, penso che sia dell’ottima recitazione, c’è sempre buon materiale per attori in quel ruolo. Mi piacciono cose così, ho passato gran parte della vita facendo il poliziotto, che ripenso sempre alle storie da criminali tutto il tempo. Ogni cosa in cui, essenzialmente, c’è un uomo di buon cuore ma c’è anche del conflitto implicato, è sempre positivo per un personaggio, essere coinvolto e Rodrik era l’uomo perfetto.

  • Sì, lo era, ed era una specie di poliziotto a modo suo.

Lo era, sì.

rodrik cassel - ron donachie

  • Ma, e so che questo è come parlare fuori da scuola, perché non abbiamo registrato nulla di ciò ma nell’ultimo pannello prima di questo, le persone parlavano di quanto fossero rimasti colpiti dalla decapitazione di Rodrik, specialmente con lui che dice come ultima frase “Sto per vederlo” e quando hai letto quella frase sul copione devi aver pensato “Centro! Posso farlo

Sì, certo, uno fa “Mmm!” ma è anche una frase dura da recitare, perché sei nel personaggio ed è sempre difficile, ma anche i ragazzi, Isaac e Art, e gli altri attori che erano lì, Donald e Kristian, ci eravamo trovati molto bene ed era un momento di grande addio ed un momento terrificante, e penso di aver detto a qualcuno, prima, che Rodrik non è un tipo amichevole, è un uomo che è stato soldato per tutta la vita e si è aspettato la morte, penso, da quando è stato abbastanza grande da tenere una spada, ciò che lo terrorizza è lasciare i suoi ragazzi senza protezione, e proprio all’ultimo secondo cerca di dar loro anche una piccola consolazione, è stato bello da fare.

  • Quella è stata una scena fantastica, in mezzo a tutte le altre scene fantastiche, è grandioso che lo show e Nina Gold siano stati in grado di metterle insieme, abbiamo un detto a Winteriscoming.netCrediamo in Nina Gold.”

*risata*

  • Sì, perchè ha messo insieme questo gruppo fantastico.

È un grande insieme e, di nuovo, questo è ciò che fa l’HBO, si sono tolti l’impiccio di avere una grossa star e il resto del cast si è come avvolto in cima. Intendo dire, hanno grandi nomi straordinari ma quello che cercano, Band of Brothers ne è un esempio, è la forza su tutto lo schermo che rende il tutto così guardabile e così azzeccato. Guardi ovunque su tutto lo schermo e non trovi un punto debole. Ed è fantastico.

  • E, come fan dei libri, questo è ciò che volevamo…ed è ciò che abbiamo avuto. Ron è stato un piacere incontrarti.

Fabio, piacere mio.

  • Bene, con Ron Donachie questo è tutto. Winteriscoming.net abbiamo finito. 

(Grazie ancora, Q!)

Dopo, quando tutte le videocamere ed i registratori sono stati messi da parte, ho avuto il piacere ancora più grande di sedermi a parlare in privato con quest’uomo. E lasciatemi dire che la sua reputazione di gentleman è completamente meritata.

Abbiamo parlato per una buona mezz’ora di ogni tipo di cosa; dalla sua amicizia con George R.R. Martin, al rapporto che aveva con suo padre, un veterano di guerra. Un aneddoto particolarmente commovente è stato come suo padre, uno scozzese burbero fino alle ossa, abbia finalmente accettato che suo figlio educato all’università potesse realmente vivere grazie al teatro, dicendo, [parafrasato] “Penso tu possa fare una sterlina o die con quello.” (Un grande complimento per uno scozzese.)

Gli ho chiesto del suo primissimo giorno di riprese di “Game of Thrones” (oltre al pilota), in cui Rodrik rimane ferito combattendo le tribù della Valle; ho menzionato come Rodrik, già un uomo piuttosto rigido, sembrava ancora più verticale ed eretto dopo la ferita, come per nasconderlo a Catelyn. Lui mi ha sorriso è ha ammesso che quello era, effettivamente, l’intento: “Non volevo preoccupare la signora. Aveva già abbastanza preoccupazioni”.

titanic - ron donachie

Un’altra bella storia è come era stato ingaggiato per le riprese di Titanic per James Cameron per solo due giorni……finché un assistente alla regia non chiese a Cameron “Vuoi vederlo morire?” Cameron rispose che, sì, gli sarebbe piaciuto molto vedere Donachie morire, così lo tennero per ancora molte settimane di riprese.

Fantastico. Un po’ sono dispiaciuto di non aver avuto il microfono in quel momento….ma una buona parte di me non se ne pente affatto, perché, stava parlando a tu per tu con me, un fan del suo lavoro. E queste sono quelle belle conversazioni private che avvengono in piccole convention come il TitanCon.>>

Fonte:
winteriscoming
Tradotto da: Erin Soi Riddle

[Le città libere]: Adoro leggere queste interviste perché è possibile conoscere aneddoti e curiosità sugli attori e su ciò che avviene sul set del telefilm e dei film che altrimenti non sapremmo. Ringrazio nuovamente Erin Soi Riddle per aver tradotto l’intervista e l’articolo pubblicato su WiC!

 
Valentina

Valentina

Lettrice incallita, serial-dipendente e disordinata cronica!
La passione per la saga "Le cronache del ghiaccio e del fuoco" e l'hobby per i social media mi hanno portato a realizzare col tempo questa grande community! Grazie a tutti dei vostri commenti e continuate a seguire "Game of thrones - Italian fans" 😀
Valentina