Crea sito

Intervista a Kristian Nairn e Isaac Hempstead-Wright a Toronto



Kristian Nairn e Isaac Hempstead-Wright sono stati a Toronto per una travolgente conferenza stampa per promuovere l’uscita del DVD della terza stagione del Trono di Spade.
Kristian e Isaac hanno cominciato la giornata al programma televisivo “The Morning Show”, dove hanno discusso sul “fenomeno Game of Thrones”, sul lavoro di Kristian come DJ, sull’eventuale lavoro di Isaac nella fisica delle particelle, ed altro.
I due sono stati anche al “Canada AM” per un intervista. La coppia ha parlato della sfortuna della famiglia Stark, l’insolito personaggio di Hodor e il suo rapporto con Bran, le location per le riprese, ed altro.
Si sono fermati anche alla radio Kiss 92.5 per un’intervista durante il Roz & Mocha Show. Hanno parlato del programma per le riprese e della sicurezza sul set, di come Isaac è cresciuto negli anni, dell’aspetto fantastico della serie e altro ancora.
Anche la Huffington Post Canada ha intervistato i due attori che hanno parlato dei loro personaggi:

HuffPost TV Canada: Non so se ve ne siete accorti, ma sembra che dopo la scorsa stagione, la popolarità della serie è esplosa. Recitare in questa serie è cambiato del tutto dalla prima stagione fino ad arrivare alla quarta, adesso che è diventata un fenomeno universale?

Kristian Nairn: Ciò che dici è vero. Ho avvertito sicuramente il cambio di interesse del pubblico per la serie alla fine della seconda stagione e durante la trasmissione della terza stagione in tv. C’è stato certamente un enorme picco in crescita. Penso continuerà a crescere nella quarta stagione, lo penso davvero. La gente inizia a chiedere, “Beh, come possono continuare a tenere l’interesse alto…La maggiorparte dei personaggi sono morti, cosa succederà?”, ma continua a crescere e la gente resterà sorpresa di quante persone abbiamo ancora da uccidere. [ride]
Isaac Hempstead-Wright: Si, fino alla quarta stagione, abbiamo perso molti personaggi, abbiamo ottenuto altri personaggi, ma è anche vero che, tutti i personaggi che sono lì, sono cambiati completamente. Bran nel primo episodio era un ragazzino spensierato che voleva diventare cavaliere e divertirsi ad arrampicarsi sul castello, e adesso è un ragazzo così forte che ha perso metà della sua famiglia, ha perso le sue gambe, l’unica cosa di cui lui aveva bisogno. Voglio dire, ogni personaggio ha dovuto subire qualcosa, sia esso buono o cattivo.

HuffPost TV Canada: E a voi sono stati aggiunti due di questi nuovi personaggi nell’ultima stagione. È stato un bel cambio di abitudini per voi?

Hempstead-Wright: Si, ciò che penso sia bello nell’averli è che la nostra trama non sta….sparendo, ma abbiamo tipo aspettato nello stesso posto, facendo davvero poco. La nostra storia è il risultato di altre cose. Quindi avere due nuove persone, che fanno un po’ di confusione e aggiungono qualcosa di interessante alla storia, è stato fantastico.
Nairn: Ha decisamente aggiunto una nuova dinamica al gruppo. Amo l’intero lato mistico della storia di Bran; è stato bello vedere che ha portato a qualcosa in più.

HuffPost TV Canada: Vi piace arrivare a scoprire che ci sarà ancora di più questa prossima stagione?

Hempstead-Wright: Si, e ciò che è bello riguardo alla magia in questa serie è che è quasi come sarebbe nel nostro mondo, nel senso che molti dei personaggi sono scettici tanto quanto lo siamo noi riguardo la magia. Sai, “Oh no, gli Estranei non esistono,” oppure “I draghi sono morti da anni.” Quindi è questo che rende più emozionante tutto ciò che è magico! Essere parte di tutto ciò è bellissimo, perché credo sia una delle parti più interessanti della storia, perché potrebbe davvero rovesciare il destino del Westeros.
Nairn: Che è strano, perch* non è ancora stato davvero mostrato nella serie. Ci sono state poche dimostrazioni di magia. È li quasi come una minaccia. E poi qualcosa di insignificante come il metamorfismo, o girare gli occhi all’indietro e la gente perde la testa. Penso lo renda davvero potente.

HuffPost TV Canada: Precedentemente, avete menzionato “bene, come si può continuare a trovare personaggi da uccidere?”. E questa serie è conosciuta per aver sterminato i personaggi principali e più amati. Se siete arrivati a fine stagione e siete ancora lì, avete fatto un sospiro di sollievo?

Hempstead-Wright: [ride] Ciò che tutti dicono quando ricevono il loro copione, è che corrono a controllare se non sono morti.
Nairn: Perchè non si può mai sapere. Non si può mai sapere.

HuffPost TV Canada: So che I fan ne risentono quando nella serie viene ucciso uno dei personaggi principali, ma anche voi dovreste, perchè sono persone con cui lavorate, che vedete per tutto il tempo. C’è stato qualcuno cui è stato particolarmente difficile salutare?

Nairn: Molto. Dalla seconda stagione…
Hempstead-Wright: Stai per dire Maester Luwin? Perchè è quello che sto per dire io!
Nairn: Bene, stavo per dirlo.
Hempstead-Wright: Fantastico. Mi leggi nella mente.
Nairn: [ride] Maester Luwin, dalla prima alla seconda stagione, è stato interpretato da Donald Sumpter, e in un modo in cui sembravo il tuo vero nonno.
Hempstead-Wright: Vero! Era gentile, ti dava consigli e ti diceva dei trucchi, perché lui ha recitato per anni.
Nairn: Già, lui è un attore così esperto che lo guardi con ammirazione. Entrambi abbiamo imparato molto da lui, ed è stato molto triste vederlo andar via. So che ha dovuto girare la scena della sua morte il primo giorno della stagione, ricordi? La prima cosa che abbiamo fatto è filmare la sua morte.
Hempstead-Wright: Oh Dio, si. Hanno detto: “Allora, adesso proveremo a farlo in un ordine più cronologico”. A parte la prima scena, a parte l’inizio.
Nairn: È stato un giorno triste. Ricordo di essere rimasto davvero senza parole. È stato senz’altro molto triste.

Fonti: winteriscoming
Tradotto da Rossana