Crea sito

Michael McElhatton: Roose Bolton è diffidente nei confronti di suo figlio psicotico Ramsay



I fan di Game of Thrones hanno conosciuto il lato oscuro dell’albero genealogico della famiglia Bolton nella terza stagione. Dal tradimento di Roose Bolton con le nozze rosse al suo bastardo, Ramsay Bolton e le sue torture su Theo Greyjoy, non ci si mette molto a capire non sono dei bravi uomini. 

Ma cosa pensa Roose su Ramsay? Questo è quello che gli spettatori non riusciti a percepire dalla stagione 3. Durante una conversazione con Zap2it, Michael McElhatton afferma che il personaggio da lui interpretato, Roose Bolton ha un debole per Ramsay.

<<E’ molto diffidente nei confronti di Ramsay, ma lui è suo figlio>> afferma McElhatton. << Lui dice che avrebbe dovuto buttarlo via o gettarlo da qualche parte, o qualcosa di simile, ma il bambino aveva i suoi occhi, c’era qualcosa in lui, la sopravvivenza della famiglia Bolton. Lui è il suo solo figlio. L’altro suo figlio è morto, lui sospetta che sia stato Ramsay ad ucciderlo, ma penso che ci sia qualcosa di primordiale in lui, anche se Roose è molto molto sospettoso ed è anche consapevole che il figlio è uno psicotico>>

Il rapporto tra l’uomo e il figlio bastardo è molto interessante da osservare nel telefilm. Ned ha cresciuto Jon, ma mai come se fosse un figlio vero. Robert Baratheon ha completamente ignorato i suoi bastardi, come Gendry. Jaime non si è mai comportato come una figura paterna nei confronti di Joffrey. Al contrario invece, Roose si è preso cura, in un certo modo, di Ramsay.

<< Lui non lo respinge totalmente >> confessa l’attore << è veramente molto cauto, sa che è uno psicotico, ma è suo figlio. Penso che questo lato uscirà con le stagioni che verranno. >>

McElhatton ammette che gli piace Roose, e che ha un debole (molto debole) per Ramsay. Si, questo personaggio è il demonio, ma l’attore crede che ha comunque delle qualità che lo potrebbero riscattare.

<< Penso che il motore di Bolton sia il fatto che è ambizioso e prosegue diritto nella sua storia. >> McElhatton spiega perchè Roose riconosce Ramsay. << Lui è un animale politico, ed è solo la sopravvivenza del più forte che fa andare avanti. Non è un profano. Non è un ragazzo che corre e si nasconde – se avesse una madre – dietro le sue sottane. Lui è là fuori forte e convinto di questo.

In realtà. McElhatton trova il rapporto tra Ramsay e Roose affascinante.

<< La cosa che Ramsay brama  più del torturare le persone e mutilare è l’amore e il rispetto per suo padre, e penso che questo uscirà fuori nella storia. Ritengo che sia molto interessante >> confessa l’attore << Più avanti, sarà molto commovente. C’è una scena da “oh mio dio”, anche se è  piuttosto strana ed abbastanza epica. C’è qualcosa a proposito di un bambino che brama e che ha bisogno dell’amore di un genitore e il genitore non gli glielo dà. Si tratta di una dinamica brillante.>>

Fonte: Zap2it.com
Tradotto da Giulia M.

  • Questa coppia mi personaggi e il loro rapporto mi incuriosisce veramente molto, non vedo l’ora di vederli ancora più protagonisti come leader del nord ora che sono riusciti a spazzare via gli Stark