Crea sito

Alfie Allen descrive la sindrome di Stoccolma che affligge Theon



ATTENZIONE, SEGUONO SPOILER relativi l’episodio 4×06!

Perché Theon Greyjoy non ha accolto sua sorella a braccia aperte?

Theon Greyjoy, interpretato da Alfie Allen, passando un bel po’ di tempo nelle grinfie di Ramsay Snow (Iwan Rheon), è stato sistematicamente picchiato, spellato e perfino evirato. Nell’episodio di domenica, la sorella di Theon, Yara (Gemma Whelan), cerca di liberarlo dalla sua prigionia, ma la reazione che ottiene è sorprendente: non solo si rifiuta di seguirla, ma insiste che il suo nome è Reek.

E’ una scena che spezza il cuore. La sorella maggiore che va a salvarlo e lui non è più la persona che lei pensava fosse” dice Allen a TvGuide.com. “E’ così paranoico che pensa che sia stato tutto organizzato da Ramsay, come modo per testare la sua devozione verso di lui. Per questo, lui in quella scena, sta interpretando una parte. Sta cercando di rimanere Reek, altrimenti finirebbe in grossi guai. E’ davvero triste.

Incontriamo l’alter ego di Theon, Reek, all’inizio di questa stagione, quando Ramsay tenta di impressionare Roose Bolton, interpretato da Michael McElhatton, dimostrandogli che Theon-Reek è affidabile anche con un affilatissimo rasoio tra le mani, in una tra le scene più intense che riguardano la rasatura. Dopo l’incidente con Yara, Reek arriva a dire di amare Ramsay. Questa intensa identificazione con il suo carceriere, e con i bisogni di quest’ultimo, lascia intravedere l’attaccamento dell’ostaggio al carceriere, ovvero la Sindrome di Stoccolma. “Certamente” conviene Allen. “Penso che ci sia sicuramente dell’attrazione alla base di tutto questo. (Ride) Un’attrazione forzata… Theon non prova più nessun’altra emozione se non ciò che Ramsay vuole che lui provi.”

Ecco il resto dell’intervista con Allen:

TV Guide: Dal tuo punto di vista Theon e Reek sono due personaggi diversi?

Alfie Allen: Certamente, senza alcun dubbio. E’ una persona completamente diversa, ed è per questo che sarebbe molto difficile entrare e uscire dal personaggio. Ho cercato di dare una nuova definizione al personaggio e di renderla abbastanza fisica allo stesso tempo, ma devi essere un bravissimo attore per riuscirci in pieno. Essere Reek è fisicamente molto stancante.

C’è qualche frammento di Theon che sopravvive in Reek? Come si sente quando scopre che Robb Stark è morto? Nella scena in questione Reek si ferma per un attimo quando sente ciò che è successo.

Alfie Allen: Credo che apprendere quella notizia riporti alla luce Theon per qualche breve momento, ma in presenza di Ramsay è sempre e solo Reek. Credo che sia nei momenti di solitudine che si lascia tentare e torna ad essere il vecchio Theon ancora una volta.

Pensi che Reek possa mai pensare, anche per un secondo, di usare il rasoio contro Ramsay?

Alfie Allen: No, non penso che fosse quello. Si ferma quando sente la notizia di Robb Stark, ma è solo quello. Non penso sia nella posizione di poter nemmeno pensare di poter far del male a Ramsay. A questo punto è solo il suo devoto servitore.

E’ completamente senza speranza?

Alfie Allen: Sì, penso proprio di sì, a questo punto. La speranza forse si rifarà viva più avanti.

Come fa a tirare avanti?

Alfie Allen: Dolore, paura. Solo paura. Se non fa ciò che gli viene detto, verrà sottoposto a terribili torture. Deve solo fare ciò che gli viene detto, altrimenti sono solo guai.

Pensa mai di farla finita?

Alfie Allen: Bella domanda. Penso che sia troppo spavantato anche solo per pensare una cosa del genere. Ramsay è tutto. Anche farsi del male da solo gli costerebbe molto più caro.

Cosa ti piace di più nell’interpretare Theon e Reek?

Alfie Allen: Che commette degli errori. In uno show come questo, dove ci sono moltissimi eroi, sotto diverse forme e personaggi che potrebbero non sembrare molto in linea con la vita reale, io direi che Theon è una persona abbastanza normale. Il solo fatto che possa commettere degli errori lo rende uno di noi.

I fan sono stati empatici nei confronti di Theon dopo la scorsa stagione?

Alfie Allen: Sì, molti lo sono stati. Sai, ricevo un sacco di pacche sulle spalle. Molti sono molto più simpatetici riguardo alla sua situazione. Altri però, in particolare i miei amici, sono più per “vogliamo che soffrà ancora di più!“. Si divertono molto quando mi vedono legato ad una croce.

L’organizzazione di matrimoni rappresenta una grossa parte dello show. Quale personaggio del telefilm inviteresti al tuo matrimonio?

Alfie Allen: Il mastino perché farebbe in modo che non ci possa essere nessuna rissa.

Ti aspetti che ci siano molte risse al tuo matrimonio?

Alfie Allen: Penso che ce ne siano sempre, no? Chiunque si ubriaca un po’ ai matrimoni. Almeno in Inghilterra. Non è un matrimonio senza qualche pugno, vero?

Se avessi il dono del metamorfismo, con che animale ti piacerebbe entrare in contatto?

Alfie Allen: Una talpa. Voglio essere una talpa. Mi piace scavare gallerie. Mi piace andare sottoterra, il non poter essere rintracciati. Mi piace l’idea di essere una talpa. Oppure un porcospino. Una talpa o un porcospino, per favore.

 

Fonte: tvguide
Tradotto da Cinzia C.
Valentina

Valentina

Lettrice incallita, serial-dipendente e disordinata cronica!
La passione per la saga "Le cronache del ghiaccio e del fuoco" e l'hobby per i social media mi hanno portato a realizzare col tempo questa grande community! Grazie a tutti dei vostri commenti e continuate a seguire "Game of thrones - Italian fans" 😀
Valentina