Crea sito

Jon Snow… who?



La mia idea è quella di creare una “rubrica” inerente a tutto ciò che lo Zio ha lasciato in sospeso, provando a scoprire i segreti celati ne Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Premetto che prenderò in esempio i volumi della saga strutturati come gli originali, quelli in “pelle di drago” per intenderci. Aspetto commenti e suggerimenti, sperando di stuzzicare le vostre idee!
Buona lettura!

Uno dei segreti più intriganti della saga riguarda sicuramente il “belloccioJon Snow. Chi è in realtà? Come ben sappiamo viene descritto come figlio “bastardo” del Lord di Grande Inverno e Protettore del Nord, Eddard Stark. Dai libri si evince che Westeros pullula di figli illegittimi, spesso abbandonati a sé stessi da padri noncuranti o troppo ubriachi per ricordare. Fortunatamente Jon sfugge a questa sorte in quanto Ned decide di portarlo a Grande Inverno per farlo crescere assieme ai suoi figli.
Fino a qui tutto bene.

Il problema nasce quando ogni appassionato comincia a chiedersi: “Perché mai Ned è così contrario nel parlare a Jon (e a qualsiasi altro) di sua madre?”. Nel primo libro de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco Jon ha circa 14 anni ed è quasi un uomo fatto per le usanze di Westeros; di regola ha tutto il diritto di conoscere quanto meno il nome di sua madre giusto? Eppure Lord Eddard Stark in tutta la sua fierezza e il suo orgoglio non apre bocca, nemmeno fosse Ilyn Payne!

Nascono così le migliaia di teorie che ruotano attorno alla nascita di Jon, tutte in qualche modo collegate al silenzio tombale di Ned. Facendo un giro sul web se ne trovano moltissime, alcune studiate in ogni minimo particolare ed altre assurde. Ne ho raccolte alcune, che secondo me sono le più papabili, cercando di documentarle il più possibile per provare a scoprirne di più!

Ovviamente se non avete finito  di leggere i libri, vi consiglio di non proseguire nella lettura! Il post contiene spoiler!

  1. Ashara Dayne
Ashara Dayne by Elia FERNÁNDEZ

Ashara Dayne by Elia FERNÁNDEZ

La prima teoria che prendiamo in esame riguarda Ashara, la sorella di uno dei “cavalieri più cavalieri” di tutti i tempi: Ser Arthur Dayne, La Spada dell’Alba.

Secondo alcuni pare ci sia del tenero tra Ashara e Ned sin dai tempi del famoso torneo di Harrenhal, ben prima della ribellione di Robert Baratheon; in quell’occasione, infatti, Ned era ancora “single” e Cat era promessa sposa di suo fratello Brandon. A conferma di questa love story viene in nostro aiuto Meera Reed che, nel raccontare a Bran la storia del Cavaliere dell’albero che ride (terzo libro), parla del banchetto di Harrenhal: “..Il crannogman vide una fanciulla dai ridenti occhi violetti danzare con una delle spade bianche, con un serpente rosso, con il lord dei grifoni e infine con il lupo più quieto…” Sembra chiaro il riferimento a Ned quale “lupo più quieto”, no? Mentre per quanto riguarda la fanciulla dagli occhi violetti Cat (primo libro) descrive così Lady Ashara: “..alta, bellissima, pelle d’alabastro, magnetici occhi viola…”

A questo si aggiungono le pillole di gossip che la stessa Cat riporta (sempre nel primo libro della saga): “..Ma non esistono segreti in un castello, e Catelyn ricordava le chiacchiere delle servette, le quali riportavano altre chiacchiere, raccontate loro dai mariti tornati dalla guerra. Bisbigli, sussurri, (..) Eddard Stark che riporta la spada di ser Arthur alla sua giovane sorella, che aspettava nel castello delle Stelle del Tramonto, sulle rive del mare dell’estate; Lady Ashara Dayne (..)” Interessante no? Trattasi di colpo di fulmine? Può darsi, ma a spezzare i vostri cuori ci pensa il “signor Tempo”. Se Jon fosse realmente “nato” dall’incontro dei due al torneo di Harrenhal, avrebbe dovuto avere un paio di anni in più e, dati alla mano, non sembrano esserci altri incontri tra Ned ed Ashara durante la ribellione. L’ultimo incontro sarebbe avvenuto dopo la morte di Ser Arthur per mano dello stesso Ned, che si fa carico della consegna della spada del Cavaliere alla sua dolce sorella. Dopo questo incontro però, la bella lady muore suicida (?) per motivi a noi sconosciuti (?).

Quindi l’unica chance per Jon di essere realmente figlio di Ashara Dayne resta un possibile incontro ultrasegreto prima dell’inizio della ribellione o durante la stessa. Chissà…

 

  1. Wylla

Potrebbe la madre di Jon essere una balia qualunque? Il sempre fiero ed orgoglioso Ned Stark che perde la testa per una balia?

Esaminiamo i fatti: la prima volta che salta fuori questo nome Ned e Robert sono sulla strada per Approdo del Re dopo il lungo viaggio di Robert fino a Grande Inverno per investire il suo amico e fratello quale Primo Cavaliere. Durante una cavalcata lontano da orecchie indiscrete i due parlano così: “…Ned, tu non lo sei mai stato, ragazzo! (..) Eppure mi ricordo di quella tua ragazza…quella popolana. Com’è che si chiamava? (..) Lo sai di chi parlo, no? La madre del tuo ragazzino bastardo.” E la risposta di un glaciale Ned è: “..Wylla (..) E preferisco non parlare di lei.”  Un’ammissione? Io sono scettico e credo invece che Ned in realtà risponda alla domanda “Lo sai di chi parlo, no?” ma non ammetta che Wylla sia la madre di Jon. O magari fa finta di ammetterlo…

Un altro spunto di riflessione ce lo dà Edric Dayne nel parlare con Arya di Jon (terzo libro): “… È mio fratello di latte. (..) La lady mia madre non aveva latte quando io ero piccolo, così fu Wylla ad allattarmi. (..) La madre di Jon Snow. (..) È stata al nostro servizio per tanti anni. (..) era la mia nutrice.” Il problema resta però sempre lo stesso: Wylla era al servizio dei Dayne a Dorne e non risulta che Ned abbia avuto una lunga vacanza da quelle parti. Quali sono i miei dubbi? Sicuramente Wylla ha una parte importante nella storia, in quanto resta una delle due possibili persone (insieme ad Howland Reed) che, forse, conosce la vera storia di Jon. Potrebbe essere davvero sua madre o magari è solo una brava bugiarda, in grado di proteggerne l’identità…

 

  1. R+L=J
Rhaegar by Lensar

Rhaegar by Lensar

Forse non abbiamo dubbi sul fatto che Jon, suo malgrado, sia un bastardo (non in quel senso naturalmente), ma siamo davvero certi che sia figlio di Ned Stark? Vedremo.. Ne avrete sicuramente sentito parlare, lo so, ma io voglio ricominciare da zero.

C’era una volta un Principe di nome Rhaegar Targaryen, il ritratto della bellezza, della dolcezza, e bla bla bla… Rhaegar era sposato con Elia Martell di Dorne ed aveva due figli di nome Rhaenys ed Aegon ma, essendo stato il loro, un matrimonio politico, magari il Principe non era proprio felice e contento. E qui torna in ballo Harrenhal.

Durante il famoso torneo il bellimbusto, dopo aver praticamente disarcionato qualsiasi cosa si muovesse, sceglie di incoronare Regina dell’Amore e della Bellezza non sua moglie, bensì Lyanna Stark, donandole una corona di fiori. Poco tempo dopo il torneo, accade l’irreparabile: Lyanna viene rapita dal principe Rhaegar. Un momento… ma non era forse Rhaegar il più amabile e dolce tra i cavalieri? Come avrebbe potuto solo pensare di rapire una fanciulla dai nobili natali, tra l’altro già promessa sposa di Robert? Forse non si tratta di rapimento e magari di una fuga d’amore? Purtroppo non possiamo esserne certi e, più incerto di noi, Robert parte alla carica dando vita alla ribellione che metterà fine al dominio del Drago. Proviamo a scoprire qualcosa.

Partiamo da chi davvero conosce ogni particolare di questa storia, nonostante tenga tutto per se, ovvero Ned. Nel nono capitolo (primo libro) di Eddard leggiamo: “…Robert Baratheon giurava eterno amore nel pomeriggio, dimenticandosene prima del tramonto, ma Eddard Stark manteneva le promesse. Ricordò quelle fatte a sua sorella Lyanna in punto di morte, e il prezzo che aveva pagato per mantenerle.” In molti vogliono credere alla storia di Lyanna che fa promettere a Ned di essere sepolta nelle cripte di Grande Inverno, ma se così fosse questa promessa non implica nessun prezzo da pagare no?

Lyanna by elia fernandez©

Lyanna by elia fernandez©

Precedentemente nel secondo capitolo di Cat c’è una frase chiave che Ned usa per chiudere la questione con sua moglie: “Mai, mai chiedermi di Jon. (..) Jon è sangue del mio sangue. Questa è la sola cosa che ti sarà dato conoscere.” State cominciando a rifletterci su vero? Perché specificare che Jon sia sangue del suo sangue e non dire semplicemente “è mio figlio”?!

In seguito, parlando con Cersei dell’incidente di Bran, la mente di Ned è attraversata da un pensiero: “..E se la situazione fosse stata rovesciata: la vita di un bimbo sconosciuto contro quelle di Robb. Sansa, Arya, Bran, Rickon..” Ops… ne manca uno giusto?

E ancora nel settimo capitolo di Ned: “…Esistono segreti che è meglio mantenere tali. Realtà troppo pericolose per essere condivise, perfino con coloro che amiamo, dei quali ci fidiamo.” Insomma anche quelli più restii a credere a determinate teorie stanno vacillando credo, forse Jon può davvero essere figlio di Lyanna e Rhaegar.

Inoltre ci sono altri piccoli dettagli nascosti che danno un sapore diverso a questa teoria rispetto alle altre. Ad esempio, sembra che Jon assomigli più ad Arya che agli altri fratelli, ed Arya, secondo Ned, somiglia molto a Lyanna. La torre dove Lyanna è prigioniera è protetta da ben TRE cavalieri della guardia reale (successivamente uccisi da Ned ed i suoi uomini): il giuramento della guardia reale prevede che i confratelli proteggano il sangue reale, e nella torre non c’è né il Re né i suoi eredi.. c’è Lyanna Stark. Nelle sue vene non scorre sangue reale, ma nel suo ventre?

Se poi prendiamo come buona la storia della fuga d’amore, perché Rhaegar avrebbe dovuto fare del male alla bella Lyanna? Ned infatti, trova sua sorella in punto di morte e precisamente in un letto di sangue. Io mi chiedo, potrebbe quel sangue appartenere al parto che diede alla luce Jon e che quindi uccise Lyanna? Promettimelo Ned che tradotto potrebbe significare: Salva questo bambino dalla furia di Robert

winter roses by nachan

winter roses by nachan

Insomma gli spunti sono tantissimi e ci sarebbe ancora molto su cui discutere. Lo Zio (George R R Martinci ha assicurato che prima o poi ne verremo a capo, e noi speriamo presto.

Per chiudere voglio lasciarvi con un’ultima citazione che proviene direttamente dalla Casa degli Eterni a Qarth durante la visita di Daenerys: “…Un fiore azzurro nasce da una cavità in una muraglia di ghiaccio, l’aria è piena di fragranza…” Magari non è associabile alla vicenda di Jon, ma se pensiamo solo un attimo ad una muraglia di ghiaccio ci viene in mente naturalmente la Barriera dove si trova lo stesso Jon.

E per quanto riguarda il fiore azzurro invece, vi ho già detto di che colore era la corona di fiori che Rhaegar donò a Lyanna ad Harrenhal?

Fonte:
Alt Shift X
Scritto da Clyde
Clyde
Clyde

Latest posts by Clyde (see all)

  • Daniele Cauda

    Bene o male le stesse conclusioni a cui sono giunto leggendo i vari libri. Ne aggiungo una: a un certo punto, quando Ser Davos raggiunge di nascosto Porto Bianco, viene a conoscenza d’una storia secondo cui Eddard Stark avrebbe giaciuto con la figlia di un pescivendolo e da lì sarebbe nato Jon. Mi pare un’ipotesi improbabile, ma conoscendo lo Zio non mi sento di escluderla al 100%. Anche perchè, in a Dance with dragons, mi pare d’aver colto vaghi riferimenti che me ne hanno rafforzato l’idea.

  • Pingback: Prima immagine di Bran: indiscrezioni e filmato della sesta stagione di Game of Thrones - Game of thrones - italian fans()