Crea sito

Maisie Williams “Vorrei rimanere piccola ancora per un po’!”



 

La prima cosa che noti, è quanto sia piccola Maisie Williams, anche se con il suo metro e cinquanta con aggiunta di tacchi altissimi può indurre le vertigini. Quando apre bocca, quello che ne esce è ciò che una normale 17enne direbbe, tutta energia, eccitatissima spiega che ha appena passato l’esame per la patente. <<Ho inchiodato>> dice, coprendosi il volto <<Beh.. c’erano otto minorenni>>

In un qualche modo, Maisie ha tenuto bene la testa sulle spalle nonostante abbia passato quasi tutta la sua adolescenza viaggiando e recitando i panni di Arya Stark in Game of Thrones. Cresciuta a Bath, ha sempre sognato di diventare una ballerina e non ha mai recitato prima di ottenere il ruolo di Arya. Il suo nuovo film “The Falling” è una produzione a basso costo britannica, diretto da Carol Morley (che ha fatto anche il fantastico “Dreams of a Life”). Basato su eventi reali, il film è un drama terrificante che narra la storia della diffusione di un’epidemia di svenimento isterico in una scuola inglese femminile nel 1969.

Maisie sei in uno dei più grandi spettacoli televisivi di tutto il mondo. Perché hai deciso di partecipare a questo piccolo film indipendente nel tuo tempo libero?

Il personaggio di Lydia è diverso da qualsiasi cosa io abbia mai interpretato. A volte ci si sente come se nessuno sia in grado di uscire dall’ottica di Game of Thrones. Molti pensano che giri con le spade, coperta di fango e sangue. L’opportunità che Carol Morley mi ha dato è stata bella ed è la dimostrazione che posso fare anche altro. Mi vengono inviati ruoli solo per adolescenti o irritati o pieni d’azione,  non ce ne sono molti quando hai 17 anni! E i dialoghi! I dialoghi sono una cosa che non è molto presente in Game of Thrones.

Hai lasciato la scuola nell’anno 10 (verso i 13-14 anni). Quanto è stato strano indossare nuovamente la divisa scolastica?

 Sì, la scuola non è di certo stata il periodo più felice della mia vita.

Perché no?

Durante il nono anno, la stavo già odiando. Stavo facendo Game of Thrones e cercavo di adattarmi con la scuola, mettermi in pari con i compiti ed ero circondata da persone a cui non piacevo. Ero diversa, ed esser diversa alla scuola secondaria non è un bene. Non era bullismo, erano ragazze che volevano essere ragazze. Esse avrebbero odiato chiunque, si arrabbiavano alla giusta occasione. Non molte ragazze seguono le lezioni di recitazione.  Sarebbe potuto capitare a qualsiasi ragazza e noi ci saremmo avventati su di lei.

Hai capito chi sono i veri amici?

Assolutamente si, e l’ho capito solo quando ne avevo due, cosa abbastanza triste. Ma sono cose che capitano a chi va lontano per l’università. Non incontrerai mai dei cinquantenni che dicono che sono ancora amici con le stesse persone con cui andavano a scuola. Questo mi è successo, solo molto tempo prima. Tornavo a casa da scuola e mi chiedevo “perché non piaccio alle persone? perché non posso mangiare il pranzo con questa o quella persona? Era triste, ma la verità è che la gente ti fa male, è solo un fatto della vita.

In “The Falling”, tutte le ragazze iniziano a svenire. Come riesci a fingere di svenire senza che ti si rompa la testa?

Abbiamo provato finti svenimenti! Ci sono stati tagli e lividi, ma nulla di serio. Mi sono avvicinata anche ai diversi gruppi di amicizia: chi è più vicino a chi, e chi è quello strano. É stata l’esperienza più diversa che io abbia mai fatto. Noi attrici, dormivano nella stessa casa, insieme. Eravamo solo sei, ma è durato sette settimane. Sette settimane di pazzia. L’ho amato.

Arya

 

Ora hai 17 anni. Ti senti adulta?

I 17 sono l’età più strana, perché non si riesce a capire se si vuole crescere o rimanere bambini. Tutti chiedono: “quando ti trasferirai a Londra?“. Non lo so. Sento che vorrei rimanere bambina ancora per un po’. Una volta che hai superato i 18 anni, li hai superati per il resto della tua vita. Si spreca tanto tempo dicendo che non si può aspettare fino ai 18 anni. Poi quando succede, il gioco è fatto, puoi comprare tutto ciò che vuoi ed è noioso.

Quando hai fatto il cast per Arya, avevi qualche idea di quanto potesse diventare grande Game of Thrones?

No! Nessuno di noi lo avrebbe mai immaginato! Ha cambiato la vita di tutti noi. Mia mamma era elettrizzata quando ho ottenuto la parte. Si sentono storie dell’orrore di madri spaventose che vogliono rendere famosi i propri figli. Potrei essere una cameriera in un ristorante e mia madre sarebbe stata felice lo stesso, fin tanto che io sono felice.

É strano guadagnare così tanti soldi?

Sì, per una famiglia normale. Sono la più piccola di quattro e non vivevamo con montagne di soldi attorno. Al momento, cerco di imparare a guidare a ottenere un’auto, quello che ogni 17 enne sogna. La cosa strana è che, più si diventa ricchi, più cose gratis ottieni. Ho indossato un vestito la notte scorsa ai TV awards che non avevo mai indossato prima. Questo è un no-no. Non puoi indossare due volte lo stesso abito. Perché? Mi piace. É un bel vestito. Tutta quella roba è una str****ta.

Sei trattata diversamente a casa ora?

No! Quando sono a casa sono solo Maisie. Non cambia nulla. Se incomincio a fare l’impertinente, la mia famiglia inizia a dirmi di stare zitta sul divano.

Sembri determinata a restare normale.

Non voglio cambiare. All’inizio le persone mi dicevano che la mia vita sarebbe cambiata. Ricordo di quando avevo 13 anni e pensavo che la mia vita mi piaceva. Le persone mi dicevano costantemente che il mio show è fantastico e che io sono fantastica. Ma non è quello che voglio. Non puoi perdere di vista il tuo punto di partenza, da dove provieni.

Qual è il miglior consiglio che hai ricevuto?

L’anno scorso ho ricevuto un gran consiglio. Qualcuno mi ha detto “Se non rispetti qualcuno, non ascoltare la loro opinione. Se lo rispetti, ascoltalo“. Ho tantissimo rispetto per mia mamma. Se le mi dice “non penso che sia una buona idea”, penserò seriamente alla decisione da prendere. Se un troll su internet mi dice che sono brutta, non rispetto quella persona, quindi la blocco. Allo stesso modo faccio se qualcuno che non conosco mi dice che sono fantastica. Non voglio sentire la loro opinione.

Che cosa vuoi dire alle persone che dicono che ci sono troppe scene di nudo in Game of Thrones?

Penso che sia bilanciato, perché ci sono dei ruoli femminili molto forti tanto quanto scene ambientate nei bordelli. E ultimamente c’è anche molta nudità maschile. Penso che molte persone abbiano detto “quando andiamo a vedere i ragazzi?“.

Guardi lo show con la tua famiglia?

Si! Lo guardo con mia mamma, ed è anche molto imbarazzante. Ma entrambe abbiamo le tette.

Fonte: timeout
Tradotto da Giulia M.