Crea sito

Gwendoline Christie: Sansa rifiuta la protezione di Brienne per la sua stessa incolumità.



L’articolo contiene spoiler sulla seconda puntata della 5 stagione de “Il Trono di Spade”

Una delle scene clou dell’episodio di domenica scorsa ha visto due trame incrociasi avventatamente l’una con l’altra, quando Brienne di Tarth (Gwendoline Christie) e Podrick Payne si imbattono per caso in Sansa Stark dopo averla cercata per la maggior parte dell’ultima stagione. Abbiamo già visto personaggi che si incontrano alla Locanda al Crocevia, ma mai in maniera così esplosiva. Concluso l’incontro, Brienne si porta dietro molti dei cavalieri al seguito di Ditocorto in una scena di lotta che si dice sia stata un incubo da girare. E nonostante Ditocorto e Sansa si allontanino a cavallo, Brienne vede dove si dirigono e decide di seguirli.

Ma perché li segue? Come anche Pod le fa notare, entrambe le ragazze Stark hanno rifiutato la sua protezione. Tecnicamente è libera dal giuramento fatto a Catelyn Stark nella seconda stagione. Tuttavia sente di dover seguire Sansa ovunque Ditocorto la stia portando. Perché? Come Christie spiega durante un’intervista a EW, ciò è dovuto in parte a qualcosa non si può vedere di quel momento:

Brienne-kneels-to-Sansa

<<Brienne si inginocchia davanti a Sansa in un’esatta replica del giuramento fatto a Catelyn Stark>> racconta Christie. <<E Sansa dice, “No.” Ma secondo il copione Sansa fa intravedere a Brienne uno sguardo che sembra dire: “togliti immediatamente dal c…o.>>

Sansa ha davvero imparato abbastanza da Ditocorto da iniziare a pianificare la propria strada? Dopo tutto, come anche Ditocorto sottolinea, è diventata “una giovane donna attenta osservatrice.” Christie la pensa certamente così, suggerendo che la reazione di Sansa all’offerta di aiuto di Brienne mirava a tenere quest’ultima al sicuro da Ditocorto.

<<Ne possiamo avere una visione romantica e dire che, in quel frangente, forse c’è un  legame, un qualcosa di Catelyn in Sansa che sta cercando di aiutarmi, che mi spinge a non desistere.>> afferma Christie.

Certamente questo concorda con quanto detto dal direttore dell’episodio Michael Slovis su questa scena durante l’intervista rilasciata a The Hollywood Reporter:

 <<Tutti avevano un secondo fine in quella scena. Era importante far capire qual era il punto focale di ogni singolo personaggio. In questa scena, nessuno dice ciò che realmente pensa.>>

Subito dopo questo incontro fortuito, gli scagnozzi di Ditocorto hanno in effetti provato a prendere Brienne, anche se potremmo dire che se la sia cercata con quell’uscita così frettolosa e irruenta.

In ogni caso, era improbabile che Brienne rimanesse a lungo in compagnia di Ditocorto. Era chiaro che non la volesse lì, per cui ignorare l’avvertimento di Sansa era probabilmente ben giustificato.

Avrà capito bene, Brienne? Sansa ha veramente imparato abbastanza da sapere che fidarsi di Ditocorto metterebbe a rischio la sua testa, proprio come un tempo è successo a suo padre? Avrà fatto bene Brienne a seguire Sansa, anche dopo il suo esplicito rifiuto?

Fonte: WIC

Tradotto da Fulvia

Inoltre, non dimenticate di partecipare al nostro evento “Souvenirs from Westeros” che vi permetterà di vincere un premio ad ogni episodio della serie e un super premio finale scelto dal vincitore! Leggete come partecipare qui.