Crea sito

Il Trono di Spade 6: perché George R.R. Martin non scriverà nessun episodio



A tutti i fan de Il Trono di Spade, sempre più impazienti nell’attesa del prossimo libro della serie di romanzi “Le Cronache del Fuoco e del Ghiaccio”, “The Winds of Winter”, potrete anche non crederci, ma sembra proprio che adesso lo scrittore George R.R. Martin sia davvero IMPEGNATO a SCRIVERE. A quanto pare è così occupato che recentemente ha annunciato che non presenzierà ad alcune convention, e la più recente notizia che Martin, contrariamente alle sue abitudini, non scriverà nessun episodio per la stagione 6 de Il trono di Spade è la dimostrazione del suo grande impegno. Perché il Dio della Morte della Letteratura non ha soltanto detto: sesta stagione “non oggi”?

 

«Esiste un unico Dio, il suo nome è Morte. E c'è soltanto una cosa che puoi dire alla Morte: "Non oggi"»

«Esiste un unico Dio, il suo nome è Morte. E c’è soltanto una cosa che puoi dire alla Morte: “Non oggi”»

Nell’annuncio apparso sul blog di George R.R. Martin, lo scrittore ha enfaticamente insistito che il suo lavoro su The Winds of Witner, assieme a molti altri progetti (incluso una fiorente casa di produzione), impegneranno troppo il suo tempo per poter lavorare anche allo show il prossimo anno. Martin rivela….

Sono stato combattuto per poco più di un mese, ma poi ho deciso di non scrivere nessun episodio per la sesta stagione de Il Trono di Spade. Scrivere una sceneggiatura mi impegnerebbe minimo per tre settimane, ma anche di più se non dovesse trattarsi di un adattamento fedele dei libri. Credetemi, questo mi costerebbe molto più tempo, visto che non sono mai stato bravo a passare continuamente da una cosa all’altra. Scrivere la sceneggiatura per un episodio della sesta stagione mi farebbe perdere un mese di lavoro su Winds, forse anche un mese e mezzo, e non me lo posso permettere. Con David Benioff, D. B. Weiss e Bryan Cogman alla guida, la sceneggiatura della sesta stagione dovrebbe essere in ottime mani. Le mie energie saranno spese meglio su Winds.

Lo scrittore ha fatto anche chiarezza sulle voci, fuori controllo, circa la sua assenza da un certo numero di convention, assicurando ai fan che ha ancora intenzione di rispettare il più possibile i suoi impegni con futuri eventi, specialmente con quelli dove sarà l’ospite d’onore. Tuttavia, Martin ha enfatizzato che il suo lavoro di scrittore adesso è tutto rivolto a The Winds of Winter.

É evidente che allontanarsi dalla sesta stagione de Il Trono di Spade non è stata una decisione facile per Martin, visto che come scrittore, in lui c’è sicuramente il desiderio di aiutare il percorso della rappresentazione televisiva della sua creazione letteraria. Tuttavia è già stato confermato che la serie TV, per come stanno le cose al momento, avrà in effetti la peculiarità di superare gli eventi del mito letterario del Ghiaccio e del Fuoco, che per ultimo sono stati descritti nel libro A Dance with Dragons del 2011. In una dinamica piena di ironia, la serie televisiva, che così tanti lettori in passato hanno notoriamente spoilerato, costituirà adesso potenziale materiale per spoiler dei libri su cui si basa. Tuttavia gli showrunner, David Benioff e D.B. Weiss sono stati ben istruiti dallo stesso Martin sui dettagli delle trame che si sviluppano in The Winds of Winter.

Ciononostante i puritani potrebbero non volersi angosciare per la portata degli spoiler, in quanto più avanti ci saranno grosse differenze nelle trame oltre ad un bel po’ di altro materiale (e magari originale) che la serie televisiva deve mettere in scena. Benioff e Weiss hanno recentemente dato ad intendere che lo show TV potrebbe ancora utilizzare alcuni dei molti punti chiave tralasciati dei libri precedenti. Inoltre, durante gli ultimi anni, Martin ha di tanto in tanto pubblicato sul suo blog capitoli del nuovo libro, rivelando alcuni aspetti del futuro di Tyrion Lannister, Arya Stark, Theon Greyjoy/Reek, Barristan Selmy e Arianne Martel (che non apparirà nella serie TV) dopo A Dance with Dragons. Considerando che il proseguo della storia di Bran Stark verrà rappresentato nella sesta stagione, si capisce che quest’anno non saranno poi molti gli spoiler sui libri ancora da pubblicare.

Con Martin, che adesso concentra le proprie energie maggiormente su The Winds of Winter, potremmo, se tutto va bene, avere il prossimo romanzo prima che la serie TV ci riveli la maggior parte dei segreti delle sue importanti trame. Nel frattempo possiamo continuare a prepararci “all’inverno”, quando la HBO manderà in prima TV, domenica 12 aprile, il primo episodio della quinta stagione de Il Trono di Spade.

Fonte: CinemaBlend

Tradotto da Fulvia