Crea sito

Finn Jones nel ruolo dell’eroe Marvel “Iron Fist” e le conseguenze per Il Trono di Spade



Il suo ruolo come nuovo supereroe Marvel andrà a discapito della serie fantasy HBO vincitrice di Emmy?

Giù nel profondo cuore della magica città di K’un-Lun risiede la risposta ad uno dei più grandi misteri della vita: “Che ne sarà di Loras Tyrell?” Non preoccupatevi, non c’è nessun passaggio segreto tra la terra delle arti marziali dell’Universo Marvel ed i Sette Regni del Continente Occidentale, il reame fantasy fulcro della serie HBO Il Trono di Spade.

Allo stesso tempo c’è un collegamento tra questi due mondi: Finn Jones, l’attore scelto per interpretare il protagonista di Iron Fist (Pugno d’Acciaio), la nuova serie firmata Marvel in onda prossimamente su Netflix – meglio conosciuto dai fan de Il Trono come Ser Loras.

Ci sono delle similitudini interessanti tra Loras e Danny Rand, l’eroe al centro della nuova storia della Marvel. Per citarne alcune, entrambi provengono da famiglie facoltose e sono guerrieri straordinariamente abili. Ma le similitudini tra i due personaggi sono meno interessanti di ciò che l’esistenza dell’uno significhi per l’altro.

Per metterla breve, se Finn Jones da il titolo alla nuova serie Marvel, sono forse contati i suoi giorni come Loras Tyrell?

Oltre all’ingaggio nel ruolo di Danny Rand (sia nella serie su Netflix che come parte del gruppo The Defenders, un event series il cui scopo è quello di riunire gli eroi di Netflix come Daredevil, Jessica­ Jones, Luke Cage e Iron Fist contro un nemico comune come in The Avengers), ci sono fondate ragioni di credere che il tempo di Jones nel Continente Occidentale si stia concludendo, vista la difficile situazione in cui si trova il suo personaggio nello show. L’ultima volta che lo abbiamo visto nella quinta stagione, Loras era sotto la custodia dell’Alto Passero, la figura di riferimento di un nuovo movimento religioso militante e pericoloso che opera da Approdo del Re. Deve essere processato per aver avuto rapporti sessuali con uomini e per spergiuro – un crimine per il quale anche la sorella Margaery è finita dietro le sbarre. Anche senza Iron Fist di mezzo, i fan sarebbero comunque saggi a preoccuparsi del destino di Loras, visti i precedenti: la storia de Il Trono ci ha insegnato che i processi non portano mai a niente di buono, o almeno, mai senza una grande spargimento di sangue.

arresto_loras

Per tutti i fan di Loras che cercano conforto nei romanzi di Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco su cui si basa il telefilm, non c’è molto da trovare. Nel quarto libro A Feast for Crows, Loras è ferito mortalmente durante un assedio a Roccia del Drago, sede della Casa Baratheon – presumibilmente ferito, almeno. Le sue ferite sono solo segnalate, non si vedono, ma se accurata, la descrizione del danno è grave: Loras si dice che sono stati mutilati con olio bollente e altre varie armi, il rendering di una immagine spaventosa di un uomo comunemente noto come il Cavaliere di Fiori.

Però tale evento non è molto probabile per il telefilm. Primo, la minaccia Baratheon non esiste più, grazie alla morte di Stannis per mano di Brienne di Tarth, e alla sconfitta del suo esercito contro Casa Bolton nel Nord. Non è impossibile che nel telefilm Loras possa venir ucciso o ferito gravemente in un assalto non-Baratheon (Riverrun, forse?). Ma non sembra plausibile, data l’attuale incarcerazione di Loras.

Ciò che è plausibile, tuttavia, è che Loras non sopravviva al suo processo – oppure se sopravvive e in qualche modo riesce a diventare un uomo libero, non è una forzatura immaginare che lui protegga il suo compagno imprigionato in un Processo per Combattimento contro il rivale politico Cersei Lannister. In tale scenario, Loras potrebbe fare la battaglia contro Ser Robert Strong, la versione Frankenstein di Gregor “La Montagna” Clegane – e se questa è la giusta direzione, non è di buon auspicio per Loras, sulla base dell’ultimo combattimento di Clegane.

Altre possibilità esistono e vanno da scenari del tutto inimmaginabili, dal più ovvio: Loras vivrà e Pugno d’acciaio non avrà alcun impatto evidente sul personaggio. Dopo tutto, Loras non è esattamente una figura centrale in Il Trono di Spade, anche se è una persona cara. Non c’è ragione di credere che Finn Jones possa ancora apparire nel telefilm periodicamente, anche con i suoi impegni Marvel.

Inoltre, pur considerando il nuovo ruolo di Loras all’interno della Casa delle Idee, è meglio prendere in considerazione anche la Casa del Bianco e del Nero, vista la campagna di marketing della sesta stagione di Game of Thrones. Lì, la regola del pugno di ferro conta molto poco contro le parole minacciose: “Valar Morghulis“. Tutti gli uomini devono morire e, in questo momento, tutti i fan dovrebbero prepararsi per Loras ad abbracciare quella si dice in Alto Valyriano.

Fonte: Hollywood Reporter

Tradotto da Fulvia e Valentina

Il 24 Aprile è certamente una data da segnare sul calendario. Partecipa con tutti noi al primo episodio della stagione 6 de Il Trono di Spade.  Ecco il link Facebook/evento.