Crea sito

Game of Thrones: i 10 Migliori Guerrieri di Westeros



Morti o vivi, vecchi o nuovi, questi sono i migliori guerrieri del “Trono”.

Blackwater (Acque Nere). Hardhome (Aspra Dimora). The Watchers on the Wall (Battaglia della Barriera).

Queste sono alcune delle più grandi battaglie combattute in Game of Thrones, sequenze assolutamente indimenticabili anche a causa del pesante spargimento di sangue e al tributo richiesto dalla guerra. Ma il successo di queste scene passa per i soldati al centro delle battaglie – guerrieri la cui reputazione è nota prima ancora dei loro volti.

Alcune di queste persone sono ancora vive per raccontare le loro avventure. Altre? Non proprio. Qui c’è una lista dei migliori guerrieri visti in Game of Thrones, sia nella serie che nei libri.

  1. Brienne di Tarth

Non sono un cavaliere”. Parole sue, ma è difficile stabilire la differenza quando si parla di Brienne, che brandisce Giuramento, la spada in acciaio di Valyria, con una forza che pochi possono pareggiare.  La sua parola è anche il suo legame; ogni passo che fa è mosso dai suoi giuramenti solenni, prima a Renly Baratheon poi a Catelyn Stark, ormai da parecchio scomparsi. Quando si tratta di pura forza e fedeltà senza fine, Brienne è il top del top.

  1. Jaime Lannister

Prima di perdere la mano, il cosiddetto Kingslayer (Uccisore di Re) era uno dei più stimati spadaccini dei Sette Regni. Nobile? Non così tanto; come si può difendere un uomo che spinge un bambino fuori da una finestra, malgrado la sua attitudine da bad-boy pentito? Ma anche senza una mano, Jaime ha mostrato un raro coraggio in alcune occasioni, come quando recupera Brienne dalla fossa dell’orso.

  1. I fratelli Clegane

Entrambi sono colpevoli di crimini atroci. Solo uno dei due si fa un po’ perdonare – ed è comunque un perdono solo parziale, dato il passato di violenze del Mastino; avrebbe potuto proteggere Arya Stark ogni giorno per il resto della sua vita, ma non sarebbe mai bastato per fare ammenda dell’uccisione del figlio del macellaio. Ma quando lo si paragona al fratello Gregor – comunemente noto come La Montagna, ma ormai riconducibile allo zombificato Robert Strong – Sandor è praticamente un modello di vita.

  1. Oberyn Martell

La Vipera Rossa di Dorne è riuscita in un’impresa senza paragoni quando ha “abbattuto” la Montagna. Certo, non è uscito illeso dalla lotta – un modo soft per descrivere il modo in cui Gregor ha spiaccicato la testa di Oberyn come una zucca matura – ma mettendo da parte gli insulti per la sua sconsideratezza, la momentanea vittoria di Oberyn lo inserisce a pieno diritto in questa lista.

  1. Khal Drogo

Nei libri, il Sole e Stelle di Daenerys Targaryen non è mai descritto in combattimento. I lettori hanno solo sentito parlare della sua barbarie sul campo di battaglia, anche se le leggende sono sufficienti per far venire i brividi. La serie ha trasformato quelle leggende in realtà nell’unica e sola scena di azione di Jason Momoa, nella quale strappa la gola a mani nude da un altro Dothraki. Caso chiuso.

6.Robert Baratheon

Alla fine, non resta altro che un buffone ubriaco, infilzato da un cinghiale. Anni prima, era uno dei più temibili guerrieri al mondo. Pose fine a centinaia di anni di impero Targaryen con un singolo colpo del suo martello da guerra, in quello che è senza dubbio uno degli atti di violenza con più impatto in tutta la tutta storia di Westeros.

  1. Rhaegar Targaryen

L’uomo che ha visto la sua fine a causa del martello da guerra di Robert merita comunque una menzione, come vincitore del Torneo di Harrenhal, uno degli eventi più cantati nella storia del Trono. Ciò che rende il fu principe ancora più speciale, è la sua debolezza per canzoni e poesie, la sua preferenza per la pace sopra la guerra – almeno, secondo le persone che narrano la sua storia.

  1. Tutti i presenti alla Torre della Gioia

I sopravvissuti: Eddard Stark e Howland Redd. I morti: Arthur Dayne, la Spada dell’Alba, e Lyanna Stark, oltre a molti altri. Vittoriosi o sconfitti, i guerrieri che combatterono al forte Dorniano alla fine della Ribellione di Robert rimarranno per sempre nella leggenda, parte integrante di una delle più importanti battaglie della storia di Westeros.

  1. Barristan Selmy

Barristan il Valoroso ha perso la vita in un’imboscata in uno sconosciuto vicoletto di Meereen, decisamente non il modo migliore di morire per un guerriero della sua portata. Si è guadagnato il soprannome di “Valoroso” con un motivo, combattendo coraggiosamente per i Targaryen, diventando così famoso che Re Robert lo perdonò alla fine della sua ribellione. Anche se la sua morte è stata inaspettata, almeno si trovava di nuovo al servizio della Casa Targaryen.

  1. Syrio Forel

Il ruolo del Danzatore dell’Acqua di Braavos nella serie è stato breve, e il suo impatto sulla storia decisamente minimo, oltre all’aver insegnato ad Arya come brandire una spada. Eppure, ha lasciato un ricordo indelebile nei fans, morendo in una delle scene migliori di tutta la prima stagione. Altri racconti di grandi guerrieri di Westeros potrebbero non includere Syrio, ma verrà tenuto fuori da questa lista? Come direbbe lui, “Not today”.

 

Fonte:
hollywoodreporter

Tradotto da Seylin

Simona Seylin Giusti
Contact me

Simona Seylin Giusti

Una ragazza di Roma, semplice e spontanea, molto attenta al mondo circostante. Ma al tempo stesso che ama perdersi nei mondi fantasy, soprattutto attraverso la lettura, senza dimenticare film e serie tv
Simona Seylin Giusti
Contact me